News - FH Graubünden

Menu
News
Spazio proiettato al futuro per lo sviluppo sostenibile

Bregalia Lab

06. September 2022

La Scuola universitaria professionale dei Grigioni rafforza la propria presenza a livello regionale. Con l’iniziativa «Laboratorio per regioni orientate al futuro» si è posta l’obiettivo, di concerto con la popolazione locale, di rafforzare l’economia e migliorare il contesto sociale promuovendo, al contempo, lo sviluppo turistico. Il 5 settembre 2022 a Promontogno, insieme al Comune di Bregaglia, è stato inaugurato il «Laboratorio vivente Bregaglia», in breve «Bregaglia Lab».

Con il lancio del Bregaglia Lab, la Scuola universitaria professionale dei Grigioni (SUP Grigioni) mette radici nell’area di lingua italiana dei Grigioni. Il «Laboratorio vivente Bregaglia» si propone come punto di incontro tra scienza e pratica sul campo ed è dedicato, in particolare, alla realizzazione di progetti di ricerca interdisciplinari. Progetti con cui la SUP Grigioni si pone l’obiettivo di innescare processi di cambiamento all’interno della regione, imparando da essa e mettendo in luce le opportunità offerte.

In tale contesto, la SUP Grigioni opera in collaborazione con l’allargato Comune di Bregaglia e sta mettendo radici a Stampa grazie a una succursale fisica, per rendere ancora più diretto il legame tra ricerca e pratica sul campo. Insieme all’ente turistico locale Bregaglia Engadin Turismo, la scuola universitaria sta inoltre lavorando a progetti in ambito di infrastrutture, energia, turismo sanitario e non solo. È lo scambio di conoscenze ed esperienze con le realtà locali, la popolazione, le imprese e il mondo politico a rappresentare il cuore di tali progetti.

Un enorme potenziale nella Val Bregaglia

Un tema concreto, sottoposto da Bregaglia Engadin Turismo insieme alla società Andermatt Swiss Alps AG all’agenzia di promozione «Innotour» della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), riguarda le comunità montane e la loro formazione. Questo progetto pluriennale è importante anche da un punto di vista politico, in quanto è stato inserito nella strategia di fusione dei Comuni. Va da sé che anche il Comune di Bregaglia figuri tra i partner del progetto. 

Il progetto vedrà anche il forte coinvolgimento di studenti provenienti da diverse aree di specializzazione, affiancati dai loro docenti. Le realtà regionali potranno commissionare loro l’elaborazione di progetti applicati per rispondere a quesiti scientifici, acquisendo così importanti conoscenze. Al contempo, il progetto offrirà agli studenti la possibilità di fare esperienza sul campo e di entrare già in contatto con potenziali datori di lavoro futuri presenti nella regione, i quali potranno, a loro volta, avvalersi di personale altamente specializzato.

Lo scambio con la popolazione locale verrà inoltre promosso tramite l’organizzazione di eventi e corsi di perfezionamento professionale di varia natura. È già in programma un evento per il 26 gennaio 2023 a Soglio, volto al rafforzamento della presenza femminile all’interno dell’Amministrazione comunale e che ha visto la partecipazione dell’Ufficio di coordinamento per le pari opportunità per donne e uomini dei Grigioni e del Centro per la gestione amministrativa della Scuola universitaria professionale dei Grigioni.

La rete di contatti di Bregaglia Lab sarà quindi ampliata, mantenuta e rafforzata tramite altri eventi organizzati a cadenza regolare all’interno della regione, che costituiranno anche l’occasione di rivolgersi a potenziali partner per vari ambiti di ricerca. In particolare, in relazione ai progetti di ricerca realizzati in Val Bregaglia è già stata pianificata l’estensione dell’offerta di corsi di perfezionamento professionale a livello regionale. In questo modo, la scuola universitaria potrà fornire un contributo tangibile alla creazione di valore nella valle.

Sottoscritto un accordo quadro

I costi infrastrutturali del Bregaglia Lab saranno sostenuti dal Comune di Bregaglia. L’ufficio sarà gestito da Onna Rageth, ricercatrice presso la Scuola universitaria professionale dei Grigioni, per il momento con un carico di lavoro di ca. il 20%. I costi del personale saranno ripartiti in egual misura tra la SUP Grigioni e il Comune. Una volta conclusa la fase di avvio della durata di tre anni, Bregaglia Lab dovrà rendersi autosufficiente dal punto di vista economico. Questo è quanto sancito dall’accordo quadro che i partner del progetto hanno sottoscritto all’inizio di marzo 2022. Bregaglia Lab è in funzione dal 1° maggio 2022.

Regioni orientate al futuro con laboratori viventi

L’attuale percorso strategico della Scuola universitaria professionale dei Grigioni prevede il rafforzamento della propria presenza fisica nelle regioni del Cantone. La creazione di laboratori viventi ha proprio l’obiettivo di rafforzare ulteriormente il legame tra ricerca e pratica sul campo. Ciò permette di sviluppare soluzioni orientate al miglioramento futuro in ambito sociale ed economico, insieme agli attori delle singole regioni. Lo scopo dei laboratori viventi è quello di supportare lo sviluppo sostenibile a livello regionale, con metodi scientifici applicati e partecipativi – e fungere da anello di congiunzione tra scienza e pratica sul campo. La collaborazione con la popolazione, le imprese e la politica è volta alla creazione di valore aggiunto a livello sociale, economico e ambientale nonché allo sviluppo di soluzioni orientate al futuro per la regione. Quest’anno, con il «Surselva Lab» è stata inoltre inaugurata una nuova sede a Ilanz.

Ulteriori dettagli:

Citazioni:

  • Fernando Giovanoli, Sindaco del Comune di Bregaglia: «Con il Bregaglia Lab abbiamo creato un campo d’azione comune in cui fare rete e favorire lo scambio di conoscenze. Questo ci consente di far sì che realtà di grandi e piccole dimensioni lavorino insieme alla pari, il che rappresenta la base del progresso.»
  • Eli Müller, Direttrice di Bregaglia Engadin Turismo: «Dal punto di vista turistico, Bregaglia Lab ci offre opportunità molto promettenti. Sta a noi metterle in pratica, in collaborazione con la Scuola universitaria professionale dei Grigioni. Il know-how acquisito ci permette di affrontare temi rilevanti dal punto di vista sociale ed economico – e di renderli realizzabili per la valle.»
  • Ulrike Zika, Direttrice del Dipartimento per lo sviluppo nell’area alpina e membro dell’organo direttivo della Scuola universitaria professionale dei Grigioni: «I laboratori regionali hanno l’obiettivo di sviluppare progetti che prendano spunto dalle singole sfide presenti nella nostra regione, per affrontarle insieme, di concerto con tutti i soggetti coinvolti: Comuni, istituzioni e popolazione locale.»
  • Onna Rageth, Direttrice del laboratorio vivente Bregaglia e ricercatrice scientifica dell’Istituto per il turismo e il tempo libero della SUP Grigioni: «Per me è fondamentale avviare progetti in cui le cittadine e i cittadini della Bregaglia possano svolgere un ruolo attivo, in fase sia di ideazione sia di realizzazione. In questo modo potremo porre le basi per uno sviluppo partecipativo di questa regione alpina.»

Per ulteriori informazioni:

  • Ulrike Zika, Direttrice del Dipartimento per lo sviluppo nell’area alpina e membro dell’organo direttivo della Scuola universitaria professionale dei Grigioni
    +41 81 286 39 09
  • ulrike.zika@fhgr.ch
  • Onna Rageth, Direttrice di Bregaglia Lab e ricercatrice scientifica dell’Istituto per il turismo e il tempo libero della Scuola universitaria professionale dei Grigioni
    +41 81 286 37 66
    onna.rageth@fhgr.ch
  • Fernando Giovanoli, Sindaco del Comune di Bregaglia
    +41 81 822 60 70
    fernando.giovanoli@bregaglia.ch
  • Eli Müller, Direttrice di Bregaglia Engadin Turismo
    +41 81 822 15 55
    eli.mueller@bregaglia.ch

La Scuola universitaria professionale dei Grigioni
Quale scuola universitaria intraprendente, la SUP Grigioni punta sul pensiero dinamico e sull’approccio proattivo. Con questo modo di pensare contribuisce a plasmare il futuro in modo coraggioso e sostenibile. Forma i suoi oltre 2’400 studenti a diventare personalità altamente qualificate e responsabili. La SUP Grigioni offre cicli di studio bachelor, master e corsi di perfezionamento in Architettura, Ingegneria civile, Computational and Data Science, Digital Supply Chain Management, Information Science, Management, Mobile Robotics, Multimedia Production, Photonics, Service Design, nonché in Turismo. L’insegnamento e la ricerca presso la Scuola universitaria professionale dei Grigioni sono interdisciplinari e orientati verso le sfide pratiche nell’economia e nella società. La partecipazione di tutti gli attori della scuola universitaria contribuisce al continuo sviluppo della qualità di tutto l’istituto.

Comune di Bregaglia
Il nostro proposito è di essere una valle vivibile sia per i nostri cittadini che per gli ospiti, ci prendiamo cura della natura e del paesaggio. Vogliamo avere una economia sana che aumenti il valore aggiunto dei nostri prodotti locali di alta qualità. Ci auspichiamo uno sviluppo economico sostenibile che rispetti l’ambiente, la cultura e l’unicità della nostra valle. Desideriamo infrastrutture turistiche, sanitarie e scolastiche moderne ed attrezzate, spazi abitativi confortevoli con prezzi accessibili in tutte le frazioni, un comune aperto sia verso l’esterno che al nostro interno, organizzare una comunicazione attiva ed al passo con i tempi. Tutto questo sarà possibile solo con la partecipazione e la volontà di tutti gli attori coinvolti, la popolazione residente e dei nostri ospiti.

Val Bregaglia – semplicemente autentica
Incastonata tra l'Alta Engadina e il Lago di Como si trova la Val Bregaglia, dal 2010 Comune di Bregaglia dopo la fusione dei paesi. La Bregaglia conduce dall'alpino villaggio di Maloja (1800m) alla mediterranea Castasegna (690m) e termina sul lato italiano a Chiavenna (330m). È una terra di confine e una regione di contrasti: fiancheggiata da aspre cime di granito, offre un imponente paesaggio di montagna che invita all'escursionismo e all'arrampicata. La valle è fiancheggiata da autentici villaggi di montagna che trasudano un tocco di italianità; i più grandi castagneti d'Europa adornano i pendii meridionali alle quote più basse. La Bregaglia è anche la valle dell'arte nella sua grande diversità: è la casa della famiglia Giacometti, il cui membro più famoso è Alberto Giacometti, e fu qui che Giovanni Segantini dipinse, incantato dalla luce e dal paesaggio. Ancora oggi, la valle ospita numerosi artisti locali e stranieri. Una valle fatta per rilassare la mente, il cuore e l'anima.

C'è una grande gioia per il Bregaglia Lab: (da sinistra) Jürg Kessler, Rettore SUP Grigioni, Ulrike Zika, Direttrice di Dipartimento SUP Grigioni, Onna Rageth, Direttrice Bregaglia Lab, Eli Müller, Direttrice Bregaglia Engadin Turismo, Stafano Maurizio, Municipio Comune di Bregaglia, Fernando Giovanoli, Sindaco Comune di Bregaglia.
C'è una grande gioia per il Bregaglia Lab: (da sinistra) Jürg Kessler, Rettore SUP Grigioni, Ulrike Zika, Capo Dipartimento SUP Grigioni, Onna Rageth, Direttrice Bregaglia Lab, Eli Müller, Direttrice Bregaglia Engadin Turismo, Stafano Maurizio, Municipio Comune di Bregaglia, Fernando Giovanoli, Sindaco Comune di Bregaglia.
Il logo del Bregaglia Lab viene svelato da Fernando Giovanoli, Sindaco Comune di Bregaglia, e Ulrike Zika, Capo Dipartimento SUP Grigioni.
Il logo del Bregaglia Lab viene svelato da Fernando Giovanoli, Sindaco Comune di Bregaglia, e Ulrike Zika, Capo Dipartimento SUP Grigioni.
Gli abitanti della Bregaglia scrivono i loro desideri e le loro aspettative nei confronti di Bregaglia Lab sulla "cartolina dei desideri".
Gli abitanti della Bregaglia scrivono i loro desideri e le loro aspettative nei confronti di Bregaglia Lab sulla "cartolina dei desideri".