Menu
Centro universitario
Il centro universitario per il Canton Grigioni

Il centro universitario per il Canton Grigioni

Il centro universitario dei Grigioni sarà non solo un luogo identitario per il panorama accademico grigionese ma anche un valido centro di studio, ricerca e lavoro orientato al futuro per le prossime generazioni. Grazie alla chiara approvazione da parte delle elettrici e degli elettori grigionesi il 12 marzo 2023, la Scuola universitaria professionale – e con essa il Cantone dei Grigioni come promotore e la città di Coira come sede geografica – si trova di fronte all’opportunità più unica che rara di riunire in un unico luogo le sedi e gli spazi accademici finora decentrati. Ciò contribuirà a rendere sempre di più la SUP un luogo che favorisca lo scambio intellettuale tra studentesse e studenti permettendo loro di lavorare insieme nei progetti di ricerca. Essi potranno così promuovere ulteriormente il trasferimento tecnologico e di conoscenze derivanti da tali progetti di ricerca, in favore sia delle grandi sia delle piccole e medie imprese nel Cantone per supportarne l’innovazione. Il centro universitario e di ricerca, all’avanguardia ed efficiente in termini economici, avrà una forte risonanza anche a livello nazionale, accrescendo il prestigio del Canton Grigioni da un punto di vista accademico nonché attirando nel Cantone le lavoratrici e i lavoratori specializzati tanto richiesti.

Wappen des Kantons Graubündens
«La costruzione del centro universitario rafforzerà l’autonomia della SUP Grigioni e aumenterà la visibilità della sede universitaria grigionese.»
Programma di Governo 2021-2024, Cantone dei Grigioni
L’odissea delle sedi della SUP Grigioni

L’odissea delle sedi della SUP Grigioni

Nella cantina di un’abitazione privata, in una carrozzeria, nei laboratori di Domat/Ems e San Gallo o nel quartiere dei club che contano: nei suoi quasi 60 anni di storia, alla Scuola universitaria professionale dei Grigioni si è studiato, lavorato e fatto ricerca nei luoghi più disparati. Oltre alle sedi di Berna, Rapperswil e Zurigo, la SUP Grigioni è oggi presente a Coira con cinque sedi dislocate in nove edifici diversi. Di questi, solo l’edificio principale in Pulvermühlestrasse 57, inaugurato nel 1993, era stato progettato come sede universitaria. Gli edifici restanti sono per lo più ex uffici che non sono mai stati pensati per ospitare le attività didattiche di una scuola universitaria professionale e che quindi non risultano ottimali per tale scopo. Oltre a ciò, le numerose sedi dislocate in punti diversi della città comportano costi operativi elevati dovuti, ad esempio, alla presenza di due biblioteche, due mense e un servizio di corriere. Al momento, anche la pulizia e la manutenzione rappresentano una sfida.

Concentrando tutti i propri spazi in un’unica sede, la SUP Grigioni potrà aumentare notevolmente la propria efficienza e impiegare meglio i fondi pubblici ricevuti, investendo nelle principali attività di formazione e ricerca. Inoltre, la disponibilità di spazi adeguati rende la scuola universitaria un ambiente più attrattivo anche come sede lavorativa.

Un aspetto rilevante è anche costituito dal fatto che le esigenze della formazione accademica e le opportunità di collaborazione e ricerca sono molto diverse da quelle che esistevano all’epoca della costruzione dell’edificio principale, ben 30 anni fa. Le studentesse e gli studenti di oggi si aspettano forme di insegnamento, apprendimento e collaborazione innovative. Ma anche l’attività di ricerca può essere davvero avanzata solo se viene svolta con un approccio interdisciplinare. Concentrare tutti gli spazi in un’unica sede in Pulvermühlestrasse semplificherà quindi la collaborazione favorendo il successo della ricerca.

Lo sviluppo di nuove conoscenze è un processo che ha subìto un’enorme accelerazione. Questo cambiamento costante e soprattutto rapido si riflette anche sugli spazi che devono poter essere utilizzati con la massima flessibilità. Solo così, la SUP Grigioni potrà sviluppare la propria offerta o, meglio, potrà ampliarla con nuove attività, per rispondere alle esigenze del futuro e creare opportunità per le nuove generazioni grigionesi e per i giovani al di fuori dei confini cantonali.

Gebäudeodyssee der FH Graubünden
Il progetto

Il progetto

Il nuovo edificio si presta a essere utilizzato come parte del centro universitario grazie alla sua ottimale ubicazione da un punto di vista urbanistico e alla sua vicinanza all’edificio principale attuale. L’area disponibile sarà utilizzata mantenendo superfici non edificate per favorire uno sviluppo sostenibile del centro universitario dei Grigioni e un addensamento verso l’interno. Un altro aspetto a cui si presterà particolare attenzione sarà quello dei costi del ciclo di vita. L’edificio di nuova costruzione punterà su spazi aperti e flessibili che permettano una facile manutenzione.

Architettura, ingegneria strutturale, tecnologia edilizia e sostenibilità sono i pilastri – tutti ugualmente importanti e integrati tra loro – del progetto edilizio curato da un team di progettisti sotto la guida dello studio di architettura Giuliani Hönger Architekten. L’obiettivo è quello di realizzare la struttura del nuovo centro universitario utilizzando legno proveniente dalle foreste del luogo, per rafforzare l’economia forestale e l’industria del legno locali riducendo, al contempo, le emissioni di CO2 in fase di produzione. Inoltre verrà utilizzato prevalentemente un legno privo di colle e senza trattamenti.

L’inizio dei lavori di costruzione è previsto per l’autunno del 2024. La consegna della nuova sede del centro universitario alla SUP Grigioni è in programma per la fine del 2027, mentre le attività accademiche dovrebbero iniziare nella primavera del 2028. La conclusione del progetto, incluso il risanamento dell’attuale sede principale in Pulvermühlestrasse, è prevista per il 2030.

Rendering del progetto curato da un team di progettisti sotto la guida dello studio di architettura Giuliani Hönger Architekten.

Studiare alla SUP Grigioni

Studiare alla SUP Grigioni

Exkursion Naturgefahren Klasse 2020.
Präsentation des Projekts zur Bergrettung von Mobile Robotics.
Somedia / Livia Mauerhofer

Un’offerta formativa di nicchia per attirare menti brillanti nel Canton Grigioni

Essendo un’università autonoma, la Scuola universitaria professionale dei Grigioni deve tenere testa alla concorrenza degli altri atenei svizzeri per aggiudicarsi sia le studentesse e gli studenti sia i progetti di ricerca. Vista la sua posizione periferica all’interno del Paese, da oltre dieci anni ha abbracciato la strategia di un’offerta didattica di nicchia – scelta che si è rivelata vincente.  I numerosi e vari corsi di studio risultano  un valore aggiunto per i giovani grigionesi e quindi anche per le imprese locali. Con i suoi corsi, unici nel panorama accademico elvetico, la scuola universitaria professionale attira inoltre molti giovani nel Cantone dei Grigioni – oltre l’80% delle studentesse e degli studenti – che, dopo il conseguimento della laurea, diventeranno una risorsa per il mercato del lavoro cantonale.

Per sviluppare un’offerta didattica in grado di rispondere alle esigenze occupazionali future, la collaborazione con i settori di riferimento rappresenta un elemento centrale. È per questo che la SUP Grigioni ha instaurato uno stretto rapporto di collaborazione con imprese regionali e nazionali di tali settori − che si concretizza non solo in seminari tenuti da relatori ospiti o spunti per tesi di corsi bachelor ma anche in progetti di ricerca congiunti. Anche in questo ambito, le collaborazioni sono un elemento importante per garantire il trasferimento tecnologico e di conoscenze all’interno del Canton Grigioni. Ciò consente di trovare le soluzioni alle sfide di natura sociale ed economica della regione attraverso i risultati di progetti di ricerca sovraregionali. I risultati dei progetti svolti all’interno del Cantone vengono naturalmente elaborati anche per progetti nazionali, per cui la SUP Grigioni funge da cassa di risonanza per il Cantone. Facendo parte di comitati e organizzazioni regionali – come, ad esempio, Academia Raetica – e nazionali – tra cui swissuniversities, Fondo nazionale svizzero – la scuola universitaria professionale permette anche di fare rete all’interno del contesto accademico e di ricerca elvetico.

Oltre a contrastare la fuga di cervelli dal Cantone, la SUP Grigioni è in grado di attirarvi molte persone grazie alla sua interessante offerta formativa e occupazionale. A loro volta, questi cosiddetti «operatori e operatrici della conoscenza» forniscono il proprio contributo per attirare menti brillanti nel Canton Grigioni, migliorandone i risultati e la capacità di innovazione in termini economici. Con la propria Strategia 2021-2024, la scuola universitaria professionale punta su pilastri di sviluppo quali «Contributo allo sviluppo regionale», «Tecnologia», «Salute», «Formazione continua innovativa» e «Centro universitario» per rispondere alle esigenze del Cantone e contribuire alla strategia cantonale per l’istruzione superiore e la ricerca.

Il campus della SUP Grigioni aumenta la visibilità di questa ambiziosa scuola universitaria e permette a studentesse, studenti e personale di studiare e lavorare al meglio.